lunedì 24 settembre 2012

NON TUTTI I FUNERALI VENGONO PER NUOCERE

Pinocchio ha due nature.

La prima è quella del ciocco tagliato di fresco, rivestito di dura corteccia, cattivo come la legna verde.

La seconda è una natura addomesticata dalla pialla di Geppetto e dalle lacrime della Fata Turchina.

Educato all'ombra di un grillo parlante,  Pinocchio tradisce il padre e uccide il suo tutore, fa piangere la fata turchina, si circonda di cattive compagnie e finisce impiccato. Travasa da una natura all'altra sempre spinto dalla curiosità e dal pentimento.

Davvero non mi riesce di disegnare l'ultima metamorfosi di Pinocchio in un bambino educato e obbediente.
Governato da invisibili fili, il suo destino è di rimanere burattino, come tutti. Stupiti osserviamo il legno grezzo che eravamo.

Il funerale di un ceppo, particolare.



 
Posta un commento