lunedì 30 aprile 2012

MAGGIO, IL PRIMO

Uscito dal loculo alle sette del mattino dopo una notte insonne a disegnare e nemmeno un bar dove fare colazione. Cosa dovrei festeggiare?
Fortuna che a casa c'erano ancora dei Novellini e degli Gentilini da inzuppare nel latte.
Quando tra poche ore mia figlia verrà a svegliarmi per fare anche lei colazione, come glielo spiego che papuzzo suo non ha dormito un cazzo e gli ha pure finito i biscotti?
Gli offrirò fave e pecorino romano, come usa a Roma.
Posta un commento